In molti settori l’aggiornamento professionale è un obbligo che, se non ottemperato, causa la perdita del diritto di esercitare. Per l’imprenditore, che è libero e autonomo per definizione, questa imposizione non esiste. La libertà e la disobbedienza creativa sono di certo dei valori che vanno coltivati. Tuttavia l’imprenditore ha anche delle responsabilità verso la propria azienda, intesa come come organismo fatto di idee, tecnologie, strumenti, persone, sfruttamento del territorio e delle risorse. L’imprenditore per governare tutto questo non può affidarsi solo alla disobbedienza creativa, che pure è la scintilla scatenante di ogni processo aziendale, E’ costretto ad affrontare sfide quotidiane per le quali deve essere preparato. Credo sia questa la ragione che ha suggerito ad APINDUSTRIA Venezia di costruire questo ottimo percorso formativo dedicato ai capitani d’impresa. Aggiornare le conoscenze in alcuni settori strategici dell’azienda attraverso una decina di giornate monotematiche, con l’obiettivo di far ridurre i costi, aumentare la competitività aziendale e prima ancora investire sul proprio futuro è la promessa. Sono grato ad APINDUSTRIA per avermi affidato il tema del Marketing, della comunicazione interna ed esterna, nella giornata del 13 dicembre. Sfrutterò questo periodo di relativa quiete estiva per prepararmi ancora meglio a questo importante compito.