Oled! ecco il prossimo tormentone dopo Ipod, Touch, e Ologramma. E un acronimo (Organic Light Emitting Diode) che a breve cambierà il nostro modo di concepire la luce, o meglio, l’illuminazione. Si tratta di una tecnologia che, detta con sintesi brutale, cosente di produrre luce sfruttando superfici di qualche milimmetro, adattabili a qualsiasi forma e dimensione. Con questa innovazione non solo la luce avrà una nuova forma di espressione, ma addirittura verrà meno il concetto di lampada, lampadario, faro, faretto, torcia ecc. Sino ad le abitazioni necessitavano di una qualche forma di lampadario e le automobili erano progettate per accogliere i fari. D’ora in poi con la tecnologia OLED a fungere da faro dell’auto potrà essere una sua qualsiasi parte, semplicemente applicandoci la superficie illuminata con tecnologia OLED.  Lo stesso varrà per l’illuminazione delle case, fabbriche, uffici e anche per quella esterna (lampioni, stadi, parcheggi…). Ma soprattutto la nostra esperienza personale avrà una svolta. In un futuro molto prossimo ci saranno vestiti illuminati, libri illuminati,  sedie, tavolini, penne.. Una sfida senza precedenti per il design e i concept di prodotto, che si svilupperà tanto più arditamente quanto più velocemente il mercato saprà metabolizzare questa rivoluzione.

LINKOGRAFIA
OLED spiegato da Wikipedia
OLED TV, un’applicazione già in commercio
Un articolo sulle sue pontenzialità.
Una riflessione sulle sfide del design OLED
OLED forma e funzione.