Il caso della catena pet L’Isola dei Tesori (dove gli animali sono preziosi) è notevole non tanto per i suoi ormai più di 200 punti vendita in Italia, quanto per il format che propone. La concentrazione di servizi di cui si può fruire varcando la soglia dei suoi punti vendita è così diversificata da far diventare obsoleto il termine GDO (Grande Distribuzione Organizzata). Certo, le 12.000 referenze tra food e non food, tutte dedicate agli animali domestici, sono una cifra notevole. Tuttavia quella quota è il minimo per rimanere competitivi sul mercato. La vera differenza, che contribuisce allo slittamento cognitivo di quello che una volta era solo un “punto vendita”, sono le altre opportunità offerte ai suoi clienti. Si comincia con una vera e propria farmacia veterinaria all’interno dei negozi, (con la presenza costante di un farmacista), che per chi vive con animali sa quanto sia pratica e utile. Spesso infatti le farmacie tradizionali sono poco fornite di prodotti per animali, tanto che è quasi sempre necessario ordinare i prodotti e poi tornare a ritirarli… oppure in alternativa cercare farmacie veterinarie specializzate, che però sono piuttosto rare e distanti. Ci sono poi i servizi di toelettatura e addirittura un innovativo (per l’Italia) offerta di pet laundry, che in effetti risolvono non poche esigenze, in particolare per coloro che vivono in appartamento. A questo si aggiunge un servizio di consulenza veterinaria telefonica sette giorni su sette, ventiquattro su ventiquattro, che può risolvere problemi di salute di piccola entità o permette di valutare la gravità di altre situazioni e quindi di agire tempestivamente e con maggiore consapevolezza. Non secondario è poi il fattore psicologico ed emotivo dei padroni di animali, che spesso sono una componente non trascurabile della qualità della vita di entrambi (animale e padrone). Infine si è anche pensato di offrire ai clienti un servizio di assicurazione specifico e personalizzato, che ormai più nessun possessore di animali sottovaluta. Detto questo non è nemmeno il gran numero di servizi o la loro pertinenza che rende L’Isola dei Tesori un vero pioniere nel suo settore. Perché forse, il più grande merito di DMO (il gruppo a cui fa capo il brand) è proprio quello di aver ripensato a tutto tondo il rapporto con i proprietari di animali, concentrando in un unico luogo (che per altro non è solo fisico ma anche virtuale, superando quindi il concetto di spazio e tempo) molte risposte e molte soluzioni alle esigenze più sentite. Si è insomma passati da un format di Grande Distribuzione Organizzata (GDO) ad un format che potremmo definire di Grandi Servizi Organizzati (GSO).