Molti studi di diverse discipline (non solo economiche) hanno fatto emergere quanto le persone non siano incapaci di prevedere le loro preferenze future. Questo è dovuto anche al fenomeno della proiezione, ovvero le persone tendono a proiettare nel futuro le loro attuali preferenze, senza considerare che nel futuro potrebbero essere (certamente saranno) persone differenti con esigenze e preferenze differenti.

In un famoso test, ad alcuni impiegati venne chiesto di prenotare lo snack di metà mattina per la settimana dopo. Quelli a cui venne somministrato il test dopo pranzo scelsero in netta maggioranza uno snack sano e leggero. Quelli a cui venne somministrato il test durante la pausa di mezza mattina, scelsero un del cibo spazzatura.

Per rimediare a questa distorsione lo psicologo Paul Gilbert suggerisce di non immaginare mai come ci sentiremmo dopo che avremmo raggiunto i nostri obiettivi o fatto l’esperienza a cui miriamo. Più semplicemente dovremmo domandarlo a persone che hanno già raggiunto quegli obiettivi o che stanno sperimentando quello che anche noi vorremmo sperimentare….