Esiste una cosa che si chiama deep web e sapete una cosa? È 500 volte più grande del web che conosciamo noi (il world wide). Entrare nel deep web non è particolarmente difficile, basta scaricarsi un’applicazione (un navigatore… sotto trovate linkato tutto) e navigare. Solo che lì dentro non avrete google per cercare quello che vi interessa, non ci sono social che si fanno trovare e tutto è piu o meno clandestino. Anzi la maggior parte dei contenuti sono decisamente fuori legge; ecco perché non vogliono farsi trovare. Tuttavia esiste anche una parte del deep web che non è dedita alla vendita di armi, droga o peggio. Li, in quella parte legale ma occulta della rete, ci sono quantità così grandi di segnali deboli da far andare in overdose anche i cool hunter professionisti. E’ possibile imbattersi in siti per amanti della programmazione dei droni autocostruiti o di ricercatori universitari che si scambiano i risultati dei loro test su medicinali sperimentali… e potrei continuare. Navigare da queste parti richiede qualche precauzione e molta pazienza, intuito e curiosità. Per fortuna non è cosa da tutti e questo immagino permetterà ancora per un po’ al deep web di mantenere la sua natura anarchica e il suo potenziale bacino di segnali deboli.  A disposizione di chi saprà farne un uso intelligente e mirato.

LINKOGRAFIA
NOTA: a parte il primo e l’ultimo link, gli altri saranno visibili solo una volta entrati nel deep web

Tor è il più usato browser per il deep web (disponibile per Windows, Apple, Smartphone e Unix)

TorDir è uno degli indici più completi catalogati per categoria

DeepSearch (Un nuovo motore di ricerca Onion

Torch:  Il motore di ricerca di Tor, indicizza oltre un milione di pagine 

Cipolla: Il più famoso forum italiano, dove ottenere informazioni riguardanti Onion 

Un articolo sul deep web de Linkiesta